venerdì 29 giugno 2007

Piccole Donne crescono


PICCOLE DONNE CRESCONO DI LOUISA MAY ALCOTT.

L'assennata Meg, l'impetuosa Jo la graziosa e garbata Amy e la dolce, dolcissima Beth: le quattro "piccole" sorelle March stanno crescendo. Pagina dopo pagina assistiamo al loro sbocciare, al loro trasformarsi in giovani donne responsabili e pronte, ciascuna secondo il proprio carattere, a compiere scelte decisive che ne segneranno il destino. Una storia delicata e toccante che ci permette di prendere parte a gioie e dolori della vita delle quattro protagoniste.

Piccole Donne


PICCOLE DONNE DI LOUISA MAY ALCOTT E GERONIMO STILTON.
Tutto cominciò con un invito a una festa... Meg, Jo, Beth e Amy vivono tra le pagine di questa storia il periodo più importante della propria vita, tra litigi e riappacificazioni, sogni, paure, speranze e nuove amicizie. Un'avventura lunga un anno, sulla strada che le porterà a crescere e diventare...

La strega di Portobello


LA STREGA DI PORTOBELLO DI PAULO COELHO.
L'Amore arriva, si insedia e dirige tutto. Solo le anime molto forti si lasciano trasportare. E Athena era un'anima molto forte...
Un romanzo che propone una riflessione sulla spiritualità, affrontando temi come la morale, la religione, l'amore, i rapporti tra genitori e figli, gli affari.

WINDOWS VISTA GUIDA COMPLETA


Windows Vista guida completa di Riccardo Meggiato. A partire dalla scelta di una delle cinque versioni in cui il SO Microsoft è stato declinato, passando poi alla sua installazione, Riccardo Meggiato affronta in questo volume le novità di Vista con il gusto dell'esploratore interessato a scoprirne, e farne scoprire, i recessi più segreti, le funzionalità più efficaci, gli strumenti più innovativi e utili per il lavoro, il divertimento, la sicurezza.

Il tutto garantito dall'esperienza di un autore che ha fatto del linguaggio semplice, privo di gergalismi, comprensibile a chiunque il punto di forza dei suoi libri, in cui lo stile colloquiale e immediato accompagna l'autorevolezza e la profondità dei contenuti.

Oltre 350 tutorial pronti all’uso, numerosissimi trucchi non documentati ma derivati dalla pratica, procedure descritte passo-passo, spiegazioni semplici per i meno esperti, tanti dettagli per i più smaliziati: insomma, un libro che non dà nulla per scontato, per aiutare il lettore dapprima a conoscere e poi trarre il massimo dalle funzioni e potenzialità di Vista.

mercoledì 27 giugno 2007

E venne chiamata due cuori


E VENNE CHIAMATA DUE CUORI DI MARLO MORGAN.

Una remota tribù di aborigeni australiani ritiene che il mondo si sia avviato verso l'autodistruzione... a meno che i "Mutanti" ascoltino con grande attenzione il loro messaggio.

Sognavo di correre lontano


SOGNAVO DI CORRERE LONTANO DI RON MCLARTY.
La scomparsa dei genitori segna una svolta per Smithy,quarantatrè anni, centoventisei chili e una vita povera di soddisfazioni. D'impulso inforca la bicicletta e pedala verso la lontana Los Angeles.

Il Codice Da Vinci


IL CODICE DA VINCI DI DAN BROWN.
In una tranquilla notte parigina, nella Grande Galleria del Louvre, l'anziano curatore Saunière viene ferito a morte da un misterioso rapinatore, costretto a fuggire senza riuscire a portare con sé ciò che cercava. Con le sue ultime forze lo storico dell'arte scrive alcuni numeri, poche parole e un nome: Robert Langdon, celebre studioso di simbologia..............
Uno straordinario thriller, il più eclatante caso editoriale degli ultimi anni, tradotto in oltre quaranta lingue e venduto in settanta milioni di copie (quattro solo in Italia): un romanzo che ha stregato il mondo. E che finalmente ci spiega perché la Gioconda sorride.

Uscita per l'inferno


USCITA PER L'INFERNO DI STEPHEN KING.

Un uomo come tanti. Una vita regolare, un buon impiego, una moglie affettuosa e una tragedia con cui convivere, da quando l'unico figlio non c'è più. Da allora George e Mary hanno cercato di riprendere un'esistenza normale e di comportarsi come se nulla fosse successo, ma in realtà niente è più come prima: qualcosa in George si è spezzato per sempre, e lui lo sa. Così, quando viene informato che la sua villetta, la sua ditta, l'intero quartiere in cui abita saranno spazzati via da un inutile prolungamento autostradale non ha dubbi e si schiera a fianco dei condannati a morte.

L'interpretazione dei sogni


Prima di Freud solo maghi, veggenti e profeti sembravano possedere la chiave per tradurre gli enigmatici messaggi dei sogni nel linguaggio rassicurante della veglia, mentre la scienza non li prendeva in considerazione. Con Freud, a partire da "L'interpretazione dei sogni", è proprio la scienza ad appropriarsi di questa chiave. Con "L'interpretazione dei sogni" Freud gettò infatti le fondamenta della psicanalisi e iniziò il suo viaggio alla scoperta dell'inconscio. Come egli stesso ebbe a dire: "dovunque sinora sembrava regnasse soltanto il capriccio più bizzarro, il lavoro psicanalitico ha indicato la presenza di una legge, di un ordine, di una concatenazione".

Parti del libro:

"Il sogno (...) costituisce la realizzazione di un desiderio", di un desiderio che la coscienza reputa magari vergognoso e che "è proclive a ripudiare con stupore o con indignazione". Tuttavia, non c'è da credere che l'azione rimovente dell'io cessi del tutto durante il sonno: "una parte di essa rimane attiva, come censura onirica, e proibisce al desiderio incosciente di manifestarsi nella forma che gli è propria". A motivo della severità della censura onirica, "i contenuti onirici latenti devono (...) sottoporsi a modifiche e ad attenuazioni, che rendono irriconoscibile il significato proibito del sogno". Così si spiegano quelle deformazioni oniriche, alle quali i sogni devono le loro tipiche caratteristiche di strambezza. In conclusione: "il sogno è la realizzazione (maschera) di un desiderio (rimosso)". E da quanto detto comprendiamo perché, ad avviso di Freud, "l'interpretazione dei sogni è (...) la via
regale per la conoscenza dell'inconscio, la base più sicura delle nostre ricerche (...). e quando mi si chiede - dice Freud - come si possa diventare psicoanalista, io rispondo: attraverso lo studio dei propri sogni"

lunedì 25 giugno 2007

L'uomo della Provvidenza


A mezzo secolo dalla morte, è possibile parlare di Mussolini con la stessa asettica obiettività che si riserva a personaggi come Cavour e Giolitti, Garibaldi e Mazzini? Possiamo ricordarlo, nel bene e nel male, senza lasciarci sopraffare dai pregiudizi? Spinto da questi stimolanti interrogativi, Arrigo Petacco ricostruisce con nitore e realismo la straordinaria vicenda del 'figlio del fabbro', sottraendola al fitto polverone di esaltazione e di denigrazione nel quale è stata sempre avvolta. Non si tratta dell'ennesima biografia del Duce, bensì di una scelta accurata degli episodi più significativi della sua parabola politica, che troppo spesso sono stati oggetto di un'interpretazione fuorviante da parte della storiografia d'orientamento fascista e antifascista. La ricostruzione di tali eventi si avvale di numerose testimonianze raccolte negli archivi pubblici e privati, fra cui spicca quella del tutto inedita della figlia Edda, che nelle sue memorie raccolse le confidenze e i pensieri più intimi del padre. Con la consueta agilità di scrittura, l'autore ripercorre gli anni della giovinezza di Mussolini, il sogno rivoluzionario (condiviso con il futuro leader socialista Pietro Nenni e con il futuro fondatore del Partito comunista Nicola Bombacci), gli amori burrascosi, l'attività di giornalista e di scrittore. Rievoca poi i principali avvenimenti di cui, una volta conquistato il potere, fu l'indiscutibile protagonista: dal caso Matteotti al Concordato con la Chiesa (grazie al quale verrà definito da papa Pio XI "l'uomo della Provvidenza"), alle grandi riforme economiche e alle imprese militari (che, con la fondazione dell'impero, segnarono il culmine del consenso popolare al regime), per giungere nel 1938 a quella Conferenza internazionale di Monaco che lo fece assurgere al rango di grande statista, ma significò anche l'inizio della sua inarrestabile caduta. Da allora infatti, come se un maleficio ne avesse inquinato la mente, l'uomo che "aveva sempre ragione" ebbe sempre torto, e fu l'abominio. Dopo il patto d'Acciaio con la Germania nazista e il 'male assoluto' delle leggi razziali, la rassegnata sudditanza di Mussolini a Hitler porterà l'Italia alla rovina e costringerà lui, umiliato e fuggiasco, ad attendere la fine nel cupo crepuscolo di Salò.

L'investigatore informatico





Sapevate che partendo da una email di spamming si può arrivare all’indirizzo di chi l’ha spedita? Che si può rintracciare il destinatario di una email anonima? Sapevate poi che, anche cambiando data a un file, in realtà, la data “vera” della sua creazione rimane impressa e può essere rilevata? O che una chat rimane quasi sempre nella memoria di un computer? O che si può risalire all’autore di un virus? Che esistono delle “impronte digitali” anche in un disco fisso e che possono essere rivelate? Ma, soprattutto, sapevate che analisi di questo tipo possono essere effettuate anche da chi è a digiuno dell’argomento, attraverso programmi piuttosto semplici da utilizzare o, meglio ancora, attraverso veri e propri “tool” utilizzati dalla Polizia informatica? Questo libro è un viaggio che spiega in modo semplice e un po’ romanzato, ma molto focalizzato sull’aspetto pratico, gli strumenti e le tecniche per fare indagini informatiche in modo facile facile. Perché la computer forensic è utile, anche al “semplice cittadino”.

domenica 24 giugno 2007

Il piccolo principe



IL PICCOLO PRINCIPE DI Antoine de Saint-Exupéry

Tutti i grandi sono stati bambini una volta.(ma pochi di essi se ne ricordano.)


Letto dal Circolo letterario "La Rosa Bianca"



Il libro inizia subito mostrando una prima difficoltà dei piccoli, quella di convire con gli adulti che non riescono più a vedere le cose con la loro stessa fantasia, e quello che per un bambino è il disegno di un serpente che digerisce un elefante, per gli adulti è un semplice cappello.
L'autore ha un pò vissuto la storia che racconta, parla di un piccolo principe (che poi non è altro che un bambino), che vive in un pianeta tutto suo, finchè un giorno decide di spostarsi per scoprire nuove realtà. Il piccolo principe visita varie persone e ognuna è diversa, sulla terra vede per la prima volta una rosa, la raccoglie e se la porta nel suo pianeta, la mette sotto una coppa di vetro e la cura, andando in giro per la terra ne trova tante altre e scoppia a piangere perchè pensava che quella che aveva trovato lui fosse unica e speciale e invece c'è n'erano tante altre. Più anvanti capirà che la sua rosa, anche se non è la sola è unica e speciale perchè è lei quella a cui lui ha dedicato tante cure. La stessa cosa capita con l'incotro che è il centro della storia, l'incontro con la volpe, la quale chiede al piccolo principe di essere addomesticata da lui, in modo tale che entrambi diventino unici e speciali l'uno per l'altro.
Una aspetto importante dell'amicizia che viene evidenziato in questo libro è "il prendersi cura", anche se ogni rigo ha un messaggio speciale per il lettore grande o piccolo che sia.

Libri professionali


Sai quanto vali? Hai un'idea di quanto potresti valere? Oggi, per affermarsi, non basta più essere un manager capace: bisogna diventare un manager vincente. Bisogna sapersi promuovere e imporre sul mercato rendendosi "appetibili", migliorando e valorizzando le proprie qualità manageriali. Il libro offre un interessante test di autovalutazione........