sabato 26 dicembre 2015

Tutto quello che so sull'amore l'ho imparato dal Piccolo Principe di David Robert Ord



Un giorno quando sono andata a scuola a riprendere mia figlia, di 3 anni, l'ho trovata tutta contenta e saltellando mi ha detto: "mamma io sono magica, sono riuscita a fare la pupù con Anita". Anita è la signora che nella scuola di mia figlia si occupa di tutti i bisogni dei bambini, manine da lavare, musetti e nasini sporchi, aiutarli con la merenda o quando vanno in bagno.
Io mi sono fatta una risata, per l'espressione di mia figlia.
Da bambini il mondo è magico, fantasioso, pieno di meraviglie, crescendo gli adulti "educandoci" spengono la passione con cui si dovrebbe affrontare il mondo. Di questo ci racconta Antoine de Saint-Exupéry nel piccolo Principe, un libro che con una favola parla ai bambini ma soprattutto ai grandi, insegnando con semplici aneddoti la vera saggezza che fa vivere bene con se stessi. David Robert Ordcon con il suo "Tutto Quello che So Sull'Amore l'Ho Imparato da Il Piccolo Principe" ci accompagna nella comprensione e nell'approfondimento dei suoi aspetti.
Analizzare e capire i disegni dei bambini è importante, tutti noi genitori osserviamo i disegni dei nostri piccoli per cercare di capire cosa ci dicono di loro, psicologi lo fanno in casi di disturbi o eventi traumatici, tramite il disegno il bambino esprime se stesso, ma gli adulti atrofizzati, fanno fatica: "Un cappello al posto di un Boa". Questo libro ci spiega i disegni di un bambino di sei anni, la capacità dei piccoli di vivere il presente, e la difficoltà, una volta diventati adulti, di restare se stessi, mentre la solitudine si fa spazio, soli in mezzo a tanta gente, perchè non si riesce più a parlare veramente.
Quanti di noi hanno fatto o pensano di fare Yoga, meditazione?  Ebbene da bambini tutti meditiamo, abbiamo una capacità innata a farlo, crescendo ci uniformiamo gli agli altri e ciascuno dimentica se stesso.  Basterebbe riuscire e rimanere bambini.
Purtroppo non penso ci siano molti adulti che nel loro percorso di crescita sono riusciti a mantenere questo contatto con se stessi ed è per questo che allora bisogna cercare un mezzo, una via per riavvicinarsi al vero io interiore: i libri sono un ottimo mezzo di trasporto nel viaggio alla riscoperta di se stessi, bisogna comprenderli e lasciare che con le loro parole entrino nel nostro pensiero e lavorino con la nostra anima.
Si può dire veramente di aver letto un libro quando questo  in qualunque modo ha cambiato qualcosa in noi, facendoci compiere un passo verso il nostro bambino interiore.

Lo trovi qui



Acquista Online su IlGiardinodeiLibri.it